COS'È LA CARTA

La Carta dei Servizi del Centro di Riabilitazione dell'Associazione “Raggio di Sole – ONLUS” è uno strumento di tutela dei diritti alla salute delle persone che fruiscono e partecipano delle prestazioni e degli interventi da noi offerti. Attraverso questo documento intendiamo fornire in modo accessibile e trasparente ad ogni persona che usufruisce del nostro Centro una fotografia del suo operare, o meglio le prestazioni che eroga, gli strumenti che vengono utilizzati, le condizioni in cui esercita le sue attività, i meccanismi di partecipazione, gli standards di qualità ai quali si attiene.

La Carta dei Servizi introduce nel mondo sanitario, in base al DPCM 19/5/95 che ne ha fissato per primo precisi indirizzi, il concetto secondo il quale un servizio sanitario, sia esso pubblico che privato, deve assicurare ai suoi fruitori un processo di chiara comunicazione dei servizi e delle prestazioni che offre.

I principi della nostra Carta dei Servizi:

  • rendere espliciti i valori e i principi di riferimento ai quali si ispira il suo agire;
  • far conoscere le sue attività e i servizi;
  • informare sulle modalità di erogazione del servizio;
  • esplicitare le forme di relazione e di partecipazione degli utenti;
  • impegnarsi al rispetto di specifici obiettivi di qualità;
  • uguaglianza, imparzialità, continuità, diritto di scelta, partecipazione, efficienza ed efficacia;
  • Impegnarsi a mantenere l’erogazione dei suoi servizi sempre impostata a criteri di Uguaglianza, Imparzialità, Continuità, Diritto di scelta, Partecipazione, Efficienza ed Efficacia.

 

SCOPI

L’Associazione “Raggio di Sole – ONLUS” opera affinché la riabilitazione offerta si componga concretamente con la vita quotidiana della persona con disabilità, con la sua indole personale i suoi bisogni formativi e culturali, le sue relazioni umane e con le sue attese del futuro. Le finalità fondamentali sono quelle di favorire l’adattamento sociale, l’autonomia e l’integrazione delle persone disabili, di facilitare in loro la partecipazione attiva all’interno dei processi riabilitativi, di sostenere l’inclusione sociale in contrapposizione a qualsiasi forma di istituzionalizzazione totale e di chiusure segreganti. Per ogni utente viene elaborato un Progetto Riabilitativo, tramite il quale si cerca di ottenere per la persona disabile il raggiungimento del miglior livello di vita possibile sia sul piano fisico che sul piano funzionale, sociale ed emozionale, affinché essa possa muoversi e comunicare efficacemente nel suo ambiente familiare, e sociale.

Il Centro si colloca e si connota all’interno del sistema dei servizi sociosanitari territoriali, sia locali che regionali e in sinergia con le realtà familiari e associative, con cui collabora in un assiduo lavoro di rete finalizzato al benessere della persona disabile.

 

POLITICA DELLA QUALITÀ

LEssendo la riabilitazione un percorso terapeutico ed educativo che tende ad abilitare, a stimolare, a mantenere le capacità e le potenzialità esistenti nella persona disabile, campo per noi prioritario è quello di ricercare le strategie, le tecniche, i metodi necessari, efficaci e integrati per meglio raggiungere nostri obiettivi. 

La qualità umana, culturale e professionale delle risorse umane impiegate è un requisito essenziale per il raggiungimento degli obiettivi di qualità prefissati. A tal fine l’Associazione si impegna a promuovere in modo continuativo adeguate iniziative di incontro e scambio tra le varie professionalità e a stimolare la motivazione, il coinvolgimento e la collaborazione di tutte le persone che operano nell’ambito del centro.

Gli obiettivi di qualità verso i quali orientiamo il lavoro sono quelli di:

  • Sviluppare, abilitare e potenziare le possibilità concrete di ogni persona disabile valorizzandone le differenti abilità.
  • Aumentare il grado di autonomia, indipendenza e autodeterminazione possibile in ciascuno.
  • Favorire l’instaurarsi di un rapporto equilibrato con il mondo circostante orientato al raggiungimento del benessere individuale e collettivo.
  • Costruire con le persone disabili, le famiglie e il territorio percorsi partecipati tendenti a favorire la crescita e lo sviluppo integrale della persona e la sua piena inclusione sociale.

La metodologia da noi utilizzata è improntata sulla presa in carico globale della persona con disabilità e presuppone un lavoro di rete con gli altri servizi territoriali, con le associazioni di volontariato, nonché con la comunità sociale più in generale.

Tale modalità di operare tenta di abbracciare in pieno i principi enunciati nell’ICF (Classificazione Internazionale del Funzionamento, della Disabilità e della Salute - 2001) che definisce la disabilità come "la conseguenza o il risultato di una complessa relazione tra la condizione di salute di una persona, i fattori personali, il suo coinvolgimento nelle situazioni di vita e i fattori ambientali che rappresentano le  circostanze in cui vive l’individuo".

L’impegno verso una maggior trasparenza ed efficienza del proprio operato e quindi verso una migliore garanzia e tutela dell’utenza, si è concretizzato nella realizzazione di alcune iniziative finalizzate alla risposta tempestiva ed efficace ai bisogni espressi e latenti degli utenti e delle famiglie. La soddisfazione dell’utente e dei familiari viene valutata attraverso un Sistema di Valutazione della Soddisfazione dell’Utente/Famiglia che utilizza un apposito questionario finalizzato alla verifica del livello di qualità percepita in relazione ai seguenti aspetti:

  • accoglienza
  • chiarezza e completezza delle informazioni
  • qualità delle prestazioni ricevute
  • coerenza tra il servizio erogato e gli interventi concordati
  • possibilità di partecipare attivamente al processo di erogazione del servizio
  • rispetto della persona e della riservatezza
  • prestazioni alberghiere
  • disponibilità, cortesia e attenzione del personale
  • soddisfacimento dei bisogni manifestati.

Nell’ultima parte del questionario è disponibile uno spazio per eventuali osservazioni generali, critiche e suggerimenti. 

Gli utenti/famiglie/tutori legali, oltre a compilare il “Questionario di valutazione della qualità del servizio”, possono segnalare eventuali reclami direttamente alla Psicologa o all’Infermiere di turno, i quali si attivano per risolvere, ove possibile, il problema segnalato, o lo fanno presente al responsabile del servizio.

I reclami possono essere dunque presentati attraverso le seguenti modalità:

  • colloquio di persona, comunicazione telefonica o lettera
  • compilazione della “Scheda per la Segnalazione di Reclami e Osservazioni”.

Qualora vengano segnalati gravi disservizi, è compito dei responsabili interessati analizzare il problema, individuare le azioni risolutive e fornire entro 20 giorni dal ricevimento della segnalazione una risposta scritta  all’utente e/o alla famiglia.

I responsabili interessati rielaborano ed analizzano periodicamente, per i rispettivi ambiti di competenza (Direttore Sanitario per l’Area riabilitativa, assistenziale e medico infermieristica; Direttore del Centro per l’Area logistica), i dati emersi che successivamente vengono discussi con il Consiglio Direttivo. 

E’ presente una scheda di rilevazione a disposizione del Personale.

Il Centro è dotato di un Manuale della Qualità, che prevede la verifica e revisione della qualità dei servizi e delle prestazioni sanitarie.

 

TIPOLOGIA DI UTENZA

Il Centro di Riabilitazione è accreditato per il trattamento riabilitativo di mantenimento e ospita 51 Assistiti di cui 21 in residenziale (esclusivamente di sesso maschile) e 30 in semiresidenziale (di ambo i sessi).

I destinatari del servizio sono persone affette da Ritardo Mentale a partire dai diciotto anni e con invalidità riconosciuta.

La caratteristica fondamentale del Ritardo Mentale è un funzionamento intellettivo generale significativamente al di sotto della media che è accompagnato da significative limitazioni nel funzionamento adattivo in almeno due delle seguenti aree delle capacità di prestazione: comunicazione, cura della persona, vita in famiglia, capacità sociali/interpersonali, uso delle risorse della comunità, autodeterminazione, capacità di funzionamento scolastico, lavoro, tempo libero, salute, e sicurezza. Il Ritardo Mentale ha diverse eziologie e può essere visto come l’aspetto funzionale di vari processi patologici che agiscono sul sistema nervoso centrale. Il funzionamento intellettivo generale è definito dal quoziente di intelligenza (QI o equivalenti del QI) ottenuto tramite la valutazione con uno o più test di intelligenza standardizzati somministrati individualmente. Un funzionamento intellettivo significativamente al di sotto della media è definito da un QI di circa 70 o inferiore.  I soggetti con Ritardo Mentale giungono alla osservazione più per le compromissioni del funzionamento adattivo che per il QI basso. Il funzionamento adattivo fa riferimento all'efficacia con cui i soggetti fanno fronte alle esigenze comuni della vita e al grado di adeguamento agli standard di autonomia personale previsti per la loro particolare fascia di età, retroterra socioculturale, e contesto ambientale. 

Il funzionamento adattivo può essere influenzato da vari fattori, che includono l'istruzione, la motivazione, le caratteristiche di personalità, le prospettive sociali e professionali, i disturbi mentali e le condizioni mediche generali che possono coesistere col Ritardo Mentale. I problemi di adattamento sono più suscettibili di miglioramento con tentativi di riabilitazione di quanto non sia il QI cognitivo, che tende a rimanere un attributo più stabile.

 

SERVIZI OFFERTI E PRESTAZIONI EROGATE

Il Centro di Riabilitazione offre una modalità di intervento riabilitativo, assistenziale e medico infermieristico che si svolge per gli utenti in regime residenziale nell’arco delle 24h; per l’utenza in regime semiresidenziale, le attività ed i servizi vengono erogati dal lunedì al sabato dalle h. 8.45 alle h. 14.45. 

Per entrambe le tipologie assistenziali sono previsti i seguenti servizi:

  • Servizio Medico:
    • Direzione Medica
    • Consulenza Specialistica (Psicologia clinica, Neurologia, Psichiatria)
  • Servizio Infermieristico
  • Servizio Psicologico (Terapia individuale, terapia di gruppo, counseling con la famiglia)
  • Servizio Riabilitativo:
    • Intervento fisioterapico
    • Intervento logopedico
    • Intervento cognitivo
    • Intervento educativo
    • Intervento occupazionale
    • Attività espressive 
  • Servizio Assistenziale:
    • O.S.S. (Operatori Socio Sanitari)

Nell’ambito del programma riabilitativo globale i singoli interventi sono curati dalle diverse figure professionali e gestiti attraverso forme di programmazione e collaborazione interdisciplinare. 

Lo staff di specialisti (medico psicologo clinico, neurologo, psichiatra, psicoterapeuta, infermieri, psicologo, operatori della riabilitazione), a partire dagli esiti di un’accurata valutazione funzionale, elabora ed attua il programma d’intervento definito per ogni utente secondo le competenze e le diverse esigenze (Progetto Riabilitativo Individuale -  PRI).

Le attività riabilitative previste dal progetto comprendono inoltre laboratori di cinema, di giardinaggio e bricolage, laboratorio di teatro, laboratorio di piccolo artigianato e di pittura, uscite culturali. 

Il Centro di Riabilitazione offre la possibilità di effettuare attività in strutture esterne garantendone il trasporto.

 

MODALITÀ DI AMMISSIONE E RELATIVA DOCUMENTAZIONE

Il paziente con disabilità che necessita di trattamenti riabilitativi deve contattare il Servizio Disabili Adulti, competente per Distretto Sanitario, o altro Servizio individuato dalla ASL, per richiedere la valutazione multidimensionale propedeutica all'attivazione dei trattamenti riabilitativi.

Il Servizio Disabili Adulti, o altro Servizio individuato dalla ASL, convoca il paziente che ha richiesto l'accesso ai trattamenti riabilitativi, effettua la valutazione del bisogno della persona, anche alla luce della documentazione clinica prodotta e definisce il setting assistenziale adeguato alle necessità evidenziate. Successivamente rilascia l'autorizzazione al trattamento riabilitativo al richiedente, il quale dovrà presentarlo alla struttura prescelta.

L’équipe medico-riabilitativa della struttura d’accoglienza, dopo accurata valutazione clinica e funzionale e di idoneità, redige il Progetto Riabilitativo Individuale (PRI). 

Quando perviene la richiesta di inserimento al Centro, la Psicologa provvederà a fissare un appuntamento con l’utente, dandone comunicazione all’infermiere di turno, al fine di effettuare insieme all’équipe medico-riabilitativa, una valutazione clinica.

Tale valutazione prevede:

  • colloquio diagnostico-clinico con il medico specialista in turno e/o il direttore sanitario
  • colloquio con la Psicologa e somministrazione dei tests
  • valutazione logopedia-cognitiva-fisioterapica.

Successivamente a tale valutazione verrà data comunicazione dalla Psicologa agli interessati circa la possibilità di inserimento al Centro e i relativi tempi necessari. 

La Psicologa del Centro ha il compito di richiedere agli interessati i seguenti documenti:

  • AUTORIZZAZIONE SERVIZIO DISABILI ADULTI, COMPETENTE PER DISTRETTO SANITARIO
  • DOCUMENTO DI RICONOSCIMENTO (FOTOCOPIA AUTENTICATA)
  • CERTIFICATO DI INVALIDITA’ CIVILE (FOTOCOPIA AUTENTICATA)
  • CERTIFICATO CONTESTUALE DI RESIDENZA, DI CITTADINANZA, DI STATO CIVILE, DI NASCITA, DI STATO DI FAMIGLIA
  • DECRETO DI NOMINA DI TUTORE E PROTUTORE (FOTOCOPIA AUTENTICATA) -  se l’assistito è interdetto
  • DECRETO DI NOMINA DI AMMINISTRATORE DI SOSTEGNO (FOTOCOPIA AUTENTICATA) -  se presente
  • ESSERA SANITARIA (CODICE FISCALE)
  • LIBRETTO SANITARIO (FOTOCOPIA)
  • ESENZIONE TICKET (FOTOCOPIA)
  • ESAME EMOCROMOCITOMETRICO - GLICEMIA - COLESTEROLO TOTALE - LDL - HDL -TRIGLICERIDI -AZOTEMIA - CREATININEMIA - GOT - GPT - GT - SIDEREMIA - HBsAb - HBcAb -HbeAb- HBsAg -HBeAg -HCV Ab
  • ESAME DELLE URINE
  • REFERTO MEDICO DI BASE ATTESTANTE L'ESISTENZA DI BUONE CONDIZIONI DI SALUTE E L'ASSENZA DI MALATTIE CONTAGIOSE IN ATTO, TERAPIA FARMACOLOGICA IN ATTO
  • VACCINAZIONI: ANTIEPATITE B
  • VACCINAZIONI: ANTITETANICA (AUTOCERTIFICAZIONE)
  • PIANO TERAPEUTICO
  • DOCUMENTAZIONE CLINICA PREGRESSA

Nel caso in cui si richieda, in base alla normativa vigente, la compartecipazione della quota sociale da parte del Comune di appartenenza occorrerà presentare allo stesso, prima dell’inserimento nel Centro, la documentazione come da modulo di ammissione.

Il Comune/Municipio di appartenenza dell’utente, in base alla documentazione acquisita da parte dei familiari e/o tutore dello stesso, invia al Centro la determina che stabilisce la quota giornaliera di compartecipazione dell’utente. Le prestazioni erogate vengono fatturate in relazione a tale quota.

Il pagamento della fattura può essere effettuato in base alle normative vigenti, secondo le seguenti modalità:

  • Pagamento diretto, dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle ore 16 presso l’Ufficio amministrativo
  • Pagamento tramite Banca di Credito Cooperativo di Roma AG. N.11 C/C 2197 - IBAN IT25H0832703213000000002197 
  • Pagamento tramite Poste Italiane C/C N. 43062009  - IBAN IT84R0760103200000043062009.

 

MODELLO ORGANIZZATIVO

L’Associazione “Raggio di Sole – ONLUS” opera affinché la riabilitazione offerta si componga concretamente con la vita quotidiana della persona con disabilità, con la sua indole personale i suoi bisogni formativi e culturali, le sue relazioni umane e con le sue attese del futuro. Le finalità fondamentali sono quelle di favorire l’adattamento sociale, l’autonomia e l’integrazione delle persone disabili, di facilitare in loro la partecipazione attiva all’interno dei processi riabilitativi, di sostenere l’inclusione sociale in contrapposizione a qualsiasi forma di istituzionalizzazione totale e di chiusure segreganti. Per ogni utente viene elaborato un Progetto Riabilitativo, tramite il quale si cerca di ottenere per la persona disabile il raggiungimento del miglior livello di vita possibile sia sul piano fisico che sul piano funzionale, sociale ed emozionale, affinché essa possa muoversi e comunicare efficacemente nel suo ambiente familiare, e sociale.

Il Centro si colloca e si connota all’interno del sistema dei servizi sociosanitari territoriali, sia locali che regionali e in sinergia con le realtà familiari e associative, con cui collabora in un assiduo lavoro di rete finalizzato al benessere della persona disabile.

 

ORARI E MODALITÀ DI COMUNICAZIONE CON IL CENTRO

Per le comunicazioni di carattere amministrativo si può contattare telefonicamente il n. 062291302, o recarsi in amministrazione dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle ore 16. È possibile inviare comunicazione tramite posta elettronica (info@raggiodisoleonlus.it o rdsonlus@pec.it) o al n. fax 062291302.

Per le comunicazione di carattere sanitario si può contattare telefonicamente il n. 062291431, tutti i giorni  dalle ore 10 alle ore 12 e dalle ore 16 alle ore 18. È possibile inviare comunicazione tramite posta elettronica (direzione.medica@raggiodisoleonlus.it) o al n. fax 062291431.

.