COS'È LA CARTA

La Carta dei Servizi del Centro di Riabilitazione dell’Associazione Raggio di Sole Onlus è uno strumento di tutela dei diritti alla salute delle persone che si avvalgono delle prestazioni e degli interventi da noi offerti. La Carta dei Servizi introduce nel mondo sanitario, in base al DPCM 19/5/95, la nozione che qualsiasi servizio sanitario (pubblico e/o privato) deve assicurare ai suoi fruitori un processo di chiara comunicazione dei servizi e delle prestazioni offerte.

I principi della nostra Carta dei Servizi:

  • rendere espliciti i valori e i principi di riferimento ai quali si ispira la nostra opera;
  • far conoscere le attività, i servizi offerti e le modalità di erogazione;
  • rispettare specifici obiettivi di qualità;
  • uguaglianza, imparzialità, continuità, diritto di scelta, partecipazione, efficienza ed efficacia.

 

SCOPI

Le finalità fondamentali dell'Associazione Raggio di Sole Onlus sono quelle di favorire l'adattamento sociale, l'autonomia e l'integrazione delle persone disabili, di facilitare in loro la partecipazione attiva all'interno dei processi riabilitativi, di sostenere l'inclusione sociale in contrapposizione a qualsiasi forma di istituzionalizzazione totale. Per ogni paziente viene elaborato un Progetto Riabilitativo, volto al raggiungimento del miglior livello di vita possibile sia sul piano fisico che sul piano funzionale, sociale ed emozionale.

Il Centro opera all'interno del sistema dei servizi sociosanitari territoriali e in sinergia con le realtà familiari e associative, con cui collabora in un continuo lavoro di rete finalizzato al benessere della persona disabile.

 

POLITICA DELLA QUALITÀ

La riabilitazione è un percorso terapeutico ed educativo che tende ad abilitare, stimolare, mantenere le capacità e le potenzialità esistenti nella persona disabile. La nostra priorità è quella di ricercare le strategie, le tecniche, i metodi necessari, efficaci e integrati per meglio raggiungere nostri obiettivi.

L'Associazione promuove in modo continuativo incontri tra le varie professionalità per stimolare la motivazione, il coinvolgimento e la collaborazione di tutti gli operatori del Centro.

I nostri obiettivi di qualità sono:

  • aumentare o mantenere il grado di autonomia, indipendenza e autodeterminazione possibile in ciascun paziente;
  • sviluppare, abilitare e potenziare le possibilità concrete di ogni persona disabile valorizzandone le differenti abilità;
  • costruire con le persone disabili, le famiglie e il territorio percorsi che favoriscano la crescita personale e l’inclusione sociale degli stessi disabili.

La metodologia da noi utilizzata è improntata sulla presa in carico globale della persona con disabilità e presuppone un lavoro di rete con gli altri servizi territoriali, con le associazioni di volontariato, nonché con la comunità sociale più in generale.

L'impegno verso una maggior trasparenza ed efficienza del nostro operato (per una migliore garanzia e tutela del paziente) si è concretizzato nella realizzazione di diverse iniziative dirette a dare risposte tempestive ed efficaci ai bisogni dei pazienti e delle loro famiglie. La gestione della qualità è regolata da uno specifico Manuale della Qualità che prevede procedure e strumenti (tra i quali il Sistema di Valutazione della Soddisfazione del Paziente/della Famiglia, periodici confronti e compilazione di appositi questionari, schede per segnalazione di reclami o osservazioni, …).

 

TIPOLOGIA DI UTENZA

l nostro centro è accreditato per il trattamento riabilitativo di mantenimento e ospita 51 pazienti di cui 21 in residenziale (solo uomini) e 30 in semiresidenziale (uomini e donne).

I beneficiari del servizio sono persone affette da ritardo mentale dai diciotto anni in su e con invalidità riconosciuta. La caratteristica fondamentale del ritardo mentale è un funzionamento intellettivo generale significativamente al di sotto della media accompagnato da limitazioni nel funzionamento adattivo in almeno due delle seguenti aree delle capacità di prestazione: comunicazione, cura della persona, vita in famiglia, capacità sociali/interpersonali, uso delle risorse della comunità, autodeterminazione, capacità di funzionamento scolastico, lavoro, tempo libero, salute, e sicurezza.

Il ritardo mentale ha diverse eziologie e può essere inquadrato come l'aspetto funzionale di vari processi patologici che agiscono sul sistema nervoso centrale. Il funzionamento intellettivo generale è definito dal Quoziente di Intelligenza (QI) ottenuto tramite la valutazione con uno o più test di intelligenza standard individuali. Un funzionamento intellettivo significativamente al di sotto della media è definito da un QI di circa 70 o inferiore. I soggetti con ritardo mentale giungono alla osservazione più per le compromissioni del funzionamento adattivo che per il QI basso. Il funzionamento adattivo fa riferimento all'efficacia con cui i soggetti fanno fronte alle esigenze comuni della vita e al grado di adeguamento agli standard di autonomia personale previsti per la loro particolare fascia di età, retroterra socioculturale e contesto ambientale.

Il funzionamento adattivo può essere influenzato da vari fattori, che includono l'istruzione, la motivazione, la personalità, le prospettive sociali e professionali, i disturbi mentali e le condizioni mediche generali che possono coesistere con una diagnosi di ritardo mentale. I problemi di adattamento sono più suscettibili di miglioramento con tentativi di riabilitazione di quanto non sia il QI cognitivo, che tende a rimanere un attributo più stabile.

 

SERVIZI OFFERTI E PRESTAZIONI EROGATE

Raggio di Sole offre un servizio riabilitativo, medico infermieristico e assistenziale che si articola per i pazienti in regime residenziale nell'arco delle 24h e per i pazienti in regime semiresidenziale dal lunedì al sabato dalle h. 8.45 alle h. 14.45.

Per entrambe le tipologie assistenziali sono previsti i seguenti servizi:

  • Servizio Sanitario:
    • Direzione Medica;
    • Consulenza Specialistica psicologia clinica, neurologia, psichiatria, psicoterapia;
  • Servizio Infermieristico;
  • Servizio riabilitativo:
    • Terapia psicologica (psicoterapia individuale e di gruppo, counseling);
    • Intervento fisioterapico;
    • Intervento logopedico;
    • Intervento neuro cognitivo;
    • Intervento educativo;
    • Intervento occupazionale;
  • Sevizio riabilitativo;
  • Servizio Assistenziale:
    • O.S.S. (Operatori Socio Sanitari).
  • Valutazione funzionale e approfondimento diagnostico

Queste attività consistono in un intervento integrato tra la componente medico specialistica (psicologo clinico, psichiatra, neurologo), psico-pedagogica, e quella riabilitativa (educatore professionale, logopedista, fisioterapista). In particolare, i nostri specialisti (psichiatra, neurologo, psicoterapeuta, infermieri, psicologo, operatori educativo riabilitativi), ognuno in base alle proprie competenze e a seguito di una iniziale valutazione funzionale e diagnostica, elaborano e realizzano un programma riabilitativo d'intervento che tenga conto delle esigenze di ciascun paziente. Di volta in volta, il programma viene condiviso con la ASL di riferimento, la quale procede anche a periodiche verifiche. La valutazione funzionale ed il relativo approfondimento diagnostico vengono ripetuti ogni  mese in concomitanza con il rinnovo annuale/semestrale/trimestrale del progetto riabilitativo.

 

ORGANI SOCIALI E MODELLO ORGANIZZATIVO

Gli organi sociali della Raggio di Sole Onlus sono l’Assemblea dei Soci, il Consiglio Direttivo e il Collegio dei Revisori.

Il Presidente ha la rappresentanza legale dell'Associazione e viene eletto dal Consiglio Direttivo tra i suoi membri. Il Consiglio Direttivo, a sua volta eletto dall’Assemblea dei Soci, assume pieni poteri di gestione ordinaria e di controllo sull’operatività del Direttore Sanitario e del Direttore Amministrativo dell’Associazione. A tal fine sono previsti incontri, con frequenza settimanale, eventualmente aperti anche alle altre figure interessate.

Per esplicita scelta dei soci fondatori, sino ad oggi per diventare socio era necessario, tra l’altro, essere parente di primo o secondo grado di un paziente del centro o averne comunque la tutela legale. Tale scelta iniziale ha fatto sì che Raggio di Sole sia nato e cresciuto come associazione quasi totalmente familiare, mantenendo sempre al centro di qualsiasi iniziativa l’interesse e il benessere dei propri familiari/pazienti. In tale ottica, sia nell’operatività quotidiana che nelle decisioni più importanti, i singoli organi di volta in volta competenti (Assemblea dei Soci o Consiglio Direttivo) sono sempre stati composti da familiari e/o tutori legali dei pazienti del centro. Oggi, alla luce dei notevoli cambiamenti intervenuti anche nel mondo del terzo settore, stiamo valutando se tale scelta sia ancora la più efficiente [o se non sia necessario adottare un modello di riferimento diverso per consentire una maggiore crescita del nostro Centro].

 

MODALITÀ DI AMMISSIONE E INSERIMENTO IN LISTA DI ATTESA

L'ammissione al Centro attualmente è regolamenta DPCA n. 39/2012, e nello specifico dalla circolare prot. 205892/DB-08 del Dipartimento Programmazione Economica e Sociale della Regione Lazio del febbraio 2012. Per un paziente adulto che chiede di essere inserito al Centro è previsto quanto segue:

PRIMO ACCESSO pazienti provenienti dal domicilio

Il paziente con disabilità che necessita di trattamenti riabilitativi deve contattare il Servizio Disabili Adulti, competente per Distretto Sanitario, o altro Servizio individuato dalla ASL, per richiedere la valutazione multidimensionale propedeutica all'attivazione dei trattamenti riabilitativi.

Il Servizio Disabili Adulti, o altro Servizio individuato dalla ASL, convoca il paziente che ha richiesto l'accesso ai trattamenti riabilitativi, effettua la valutazione del bisogno della persona, anche alla luce della documentazione clinica prodotta e definisce il setting assistenziale adeguato alle necessità evidenziate.

Qualora dalla valutazione emerga la necessità di un trattamento riabilitativo, il Servizio Disabili Adulti, o altro Servizio individuato dalla ASL, rilascia al richiedente l'autorizzazione al trattamento riabilitativo, quest’ultimo deve a sua volta presentarlo alla struttura prescelta.

All’esito di un periodo di prova, tale struttura valuta se il paziente è idoneo o meno all’inserimento e, in caso positivo, redige il Progetto Riabilitativo Individuale (PRI), da condividere con la ASL di riferimento.

Qualora il Centro non abbia immediata disponibilità di posti, i medici comunicano agli interessati i tempi approssimativi di attesa necessari per l'inserimento nel centro. Il referente preposto per l'accesso è la psicologa, che, in caso di ammissione, informa gli interessati sulla documentazione e le modalità necessarie per l'inserimento. La psicologa può essere contattata anche telefonicamente dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9.00 alle ore 13.00, presso la sede del Centro di Riabilitazione.